Smartphone in primo piano durante il test di allarme in Sardegna il 30 giugno

Emergenza simulata il 30 giugno: Sardi pronti per un test di allerta su smartphone

30 Giugno: Smartphone in Sardegna suoneranno per un test

Il prossimo 30 giugno, in un orario che sarà comunicato successivamente, gli smartphone dei cittadini sardi suoneranno, anche se impostati in modalità silenziosa, diffondendo un allarme che segnalerà una presunta emergenza di grave portata. Questo test mira a valutare l’efficacia del sistema e la sua capacità di fornire informazioni cruciali in caso di una catastrofe imminente o in corso.

It-alert: Test di allarme pubblico in Sardegna il 30 giugno

Il 30 giugno, gli smartphone di tutti i sardi suoneranno improvvisamente, scatenando momenti di preoccupazione in tutta la regione. Tuttavia, non c’è motivo di panico, perché si tratta solo di un test. L’Italia si appresta a sperimentare un nuovo sistema di allarme pubblico chiamato It-alert, che verrà testato inizialmente in Toscana e Sardegna.

It-alert: Sistema di allarme sperimentato in Sardegna il 30 giugno

Come già avvenuto lo scorso 23 aprile nel Regno Unito, anche l’Italia si sta attrezzando per implementare un sistema di allerta che consenta di raggiungere rapidamente e in modo efficace la popolazione durante situazioni di emergenza. L’It-alert, come descritto sul sito ufficiale della Protezione Civile, invierà un messaggio di testo a tutti i telefoni cellulari presenti in una determinata area geografica, fornendo informazioni utili sul pericolo imminente e le misure di autoprotezione da adottare.

Test di allarme su smartphone in Sardegna: Cosa aspettarsi il 30 giugno

Quando il messaggio di allarme arriverà sul dispositivo, anche se silenziato, un suono d’allarme acustico lo renderà immediatamente riconoscibile. Il testo visualizzato sullo schermo indicherà il mittente dell’allarme, ad esempio “Protezione Civile”, il motivo dell’invio dell’allarme, come ad esempio “Allarme alluvione”, e le azioni che è necessario intraprendere con urgenza, ad esempio “Raggiungi l’area di emergenza più vicina”.

Smartphone suoneranno per un test di emergenza IN SARDEGNA

È prevista una massiccia campagna di comunicazione per informare i cittadini interessati che si tratta di un test e non di una reale emergenza, allo scopo di evitare inutili allarmismi. Il sistema It-alert è stato già testato in precedenza sull’isola siciliana di Vulcano nel 2022 e durante l’attività addestrativa Sisma dello Stretto 2022, che si è svolta tra Calabria e Sicilia.

It-alert: Test di allarme pubblico in Sardegna: Come funziona e cosa aspettarsi

Domani, il ministro per la Protezione Civile e Politiche del Mare, Nello Musumeci, insieme al capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, presenteranno le attività previste per la nuova fase di test del sistema di allarme pubblico, confermando così l’impegno dell’Italia nella protezione dei suoi cittadini durante situazioni di emergenza. L’appuntamento è fissato per le 11 presso la sede del Dipartimento a Roma.

Potrebbe interessarti

Emergenza, Test di allarme, Smartphone, Sardegna, Sicurezza, Protezione Civile, It-alert, Allerta, Gravi emergenze, Catastrofe imminente, Allarme pubblico, Telefoni cellulari, Messaggio di testo, Autoprotezione, Panico, Sperimentazione, Toscana, Italia, Regione, Province Autonome, Trento, Bolzano, Isola, Alluvione, Allarme sonoro, Comunicazione, Campagna, Test, Sistema di allerta, Vulcano, Attività addestrativa, Sisma dello Stretto, Ministro per la Protezione Civile, Politiche del Mare, Fabrizio Curcio, Roma, Dipartimento della Protezione Civile, Prevenzione, Sicurezza pubblica, Cittadini, Rischi, Informazioni utili, Preparazione, Sicilia, Calabria, Emilia Romagna, Dispositivi mobili, Emergenza imminente, Messaggio di emergenza, Pubblico, Avvisi, Risposte rapide, Situazioni critiche, Incidenza, Popolazione, Eventi catastrofici, Mitigazione, Gestione delle emergenze, Coinvolgimento, Impatto, Sicurezza territoriale, Prontezza, Risposta tempestiva, Reazione, Coordinamento, Risorse, Coordinamento regionale, Avvertimento, Sicurezza comunitaria, Preparazione individuale, Evacuazione, Misure di sicurezza, Risposta di emergenza, Comunicazione istituzionale, Partecipazione, Mobilitazione, Collaborazione, Protezione del territorio, Sistema di protezione civile, Allarme diffuso, Preallarme, Avviso di emergenza, Prevenzione dei disastri, Sicurezza delle infrastrutture, Allarme tempestivo, Sicurezza delle persone, Attuazione delle procedure, Protezione dei beni, Sicurezza collettiva, Avviso preventivo, Sopravvivenza, Prepararsi al peggio, Monitoraggio, Gestione del rischio, Emergenza naturale, Protezione civile territoriale, Piani di evacuazione, Comunicazioni di emergenza, Coinvolgimento dei cittadini, Sicurezza delle famiglie

dove dormire in sardegna: in collaborazione con booking

Booking.com
Sardegna in miniatura
Scopri la Sardegna in Miniatura
Red Valley Festival 2023, Sardegna, all'Olbia Arena dal 12 al 15 agosto.
Red Valley Festival 2023
offerte lavoro sardegna
I migliori siti per trovare offerte di lavoro in Sardegna
Spiaggia Rosa, Sardegna, La Maddalena
La Maddalena: Spiaggia Rosa di Budelli

Se acquisti la tua maglietta, mandaci la foto su Instagram!

10 magliette, 10 stili