libri, lettura, Sardegna, cultura sarda, narrativa, saggistica, Andrea Camilleri, Grazia Deledda, Mario Pazzaglia, storia, tradizioni, paesaggi, lingua sarda, identità sarda, libri consigliati, libri da leggere, libri sulla Sardegna, autori sardi, letteratura italiana, letteratura sarda, romanzi, saggi, letteratura contemporanea, letteratura classica, letteratura regionale, patrimonio culturale, viaggio nella Sardegna, conoscere la Sardegna, patrimonio artistico, curiosità sulla Sardegna, tour letterari, autenticità, eccellenza, scoprire la Sardegna attraverso i libri, cultura sarda contemporanea, libri di viaggio, tradizione orale, racconti popolari, poesia sarda, folklore sardo, usi e costumi sardi, gastronomia sarda, turismo culturale, letteratura italiana contemporanea, critica letteraria, recensioni libri, consigli di lettura, editoria sarda, biblioteca sarda, librerie, promozione culturale, progetti culturali, letteratura isolana, identità isolana, letteratura mediterranea, libri sul patrimonio culturale sardo, libri sulla storia sarda, libri sulla lingua sarda, libri sulle tradizioni sarde, libri sulla cultura sarda

I 5 libri imperdibili sulla Sardegna di storia, cultura e tradizioni

Immergiti nella bellezza della Sardegna attraverso i nostri 5 migliori libri selezionati per te. Questa regione, ricca di storia, cultura e tradizioni, merita di essere conosciuta a fondo e noi abbiamo deciso di proporti alcune delle letture più interessanti, scritte da autori sardi o dedicate alla magnifica isola stessa. Se ami questa terra e vuoi scoprire tutte le sue meraviglie nascoste, sei nel posto giusto!

1.

Le Banditesse. Storie di donne fuorilegge in Sardegna” di Franco Fresi, pubblicato il 28 gennaio 2016, è un libro molto interessante che esplora la vita di alcune donne sarde che hanno scelto di vivere fuori dalla legge. Il libro fornisce un’analisi approfondita dei motivi che hanno spinto queste donne a commettere crimini, dalle circostanze della loro vita alle sfide incontrate nella società isolana del passato. Fresi racconta queste storie in modo avvincente, senza mai giudicare le donne coinvolte e senza indulgere in sensazionalismo. Questo libro è un’ottima scelta per chiunque sia interessato alla storia della Sardegna e vuole conoscere le storie di donne che hanno avuto il coraggio di sfidare le convenzioni sociali e di fare le proprie scelte nella vita.

Tre ritratti di banditesse sarde vissute in periodi differenti. Donna Lucia Delitala (Nulvi – Settecento): a capo di un esercito personale imperversò nel nord Sardegna con stragi e razzie. Mai catturata, sparì improvvisamente nel nulla. Ma prima che la sua scomparsa diventasse leggenda ne trovarono il corpo arso nell’incendio di una sua casa, abbracciato stretto a quello di un uomo del quale non si seppe mai niente. Maria Antonia Serra-Sanna (Nùoro Ottocento): detta Sa reina (La regina) per il potere di morte e malefatte esercitato assieme ai fratelli latitanti, Elias e Giacomo. Nel 1899 è condannata a 20 anni di carcere. Recita la sentenza: “Triste figura di donna dal cuore perverso quanto i suoi fratelli, crudele con le vittime, eccitatrice e consigliera con ogni modo possibile dei banditi”. Paska Devaddis (Orgòsolo Novecento): indicata fra gli assassini di Antonio Succu nell’ambito della faida (disamistade) che insanguinò dal 1905 al 1917 il paese di Orgòsolo, si diede alla latitanza e morirà di tisi a 25 anni, in una grotta del Supramonte, assistita dal fidanzato e dai banditi. Fu trovata sul tavolo di casa, vestita con il costume della festa.

2.

La costa delle miniere. Sud-ovest Sardegna” di Lino Cianciotto, pubblicato il 10 aprile 2020, è un libro che esplora una delle zone più affascinanti della Sardegna, la costa sud-ovest dell’isola, famosa per le sue miniere e per la bellezza naturale delle sue spiagge e dei suoi paesaggi. Il libro fornisce una dettagliata descrizione di quest’area, con una guida accurata alla geografia e alla storia locale, nonché alle attività economiche e alla cultura della zona. L’autore fornisce anche una panoramica delle spiagge più belle e dei siti di interesse turistico, arricchendo il libro con fotografie suggestive e mappe dettagliate. Questo libro è un’ottima scelta per chiunque voglia scoprire la bellezza della costa sud-ovest della Sardegna e apprezzarne la sua storia e la cultura locale.

La guida, attraverso testi, schede, foto e cartine dettagliate, accompagnerà il lettore lungo l’itinerario escursionistico a piedi nel litorale della costa sud ovest della Sardegna, inoltrandosi all’interno solo per brevi tratti ma sempre con lo sguardo sul mare. Il percorso, lungo quasi 70 km, attraversa uno dei luoghi più belli dell’Isola: da Portoscuso alle dune sabbiose di Piscinas, una esperienza di viva emozione dentro una natura mediterranea varia e bizzarra che offre la possibilità di sfogliare pagine di storia mineraria che ripercorrono un arco temporale di oltre 3.000 anni e di leggere sulla roccia le testimonianze fossili delle vicissitudini geologiche della Terra, a partire da 580 milioni di anni fa sino ai giorni nostri.

3.

101 cose da fare in Sardegna almeno una volta nella vita” di Gianmichele Lisai è una guida divertente e originale che suggerisce attività e esperienze imperdibili da fare nell’isola sarda. Il libro propone una vasta gamma di idee, dalla degustazione di prelibatezze locali alla visita di siti storici e culturali, dallo svolgimento di attività sportive come il windsurf alle escursioni naturalistiche alla scoperta delle spiagge più suggestive e dei paesaggi più spettacolari. Ogni attività proposta è descritta con entusiasmo e in modo dettagliato, accompagnata da immagini suggestive e informazioni pratiche. Questo libro è un’ottima scelta per chiunque voglia esplorare l’isola sarda e vuole avere a disposizione una guida completa per scoprire le attività più interessanti e divertenti da fare durante la propria vacanza.

La Sardegna come non l’avete mai vista!
Ecco alcune delle 101 esperienze:

• Fare fuoco e fiamme dentro un Nuraghe
• Cercare il segreto della longevità dei sardi
• Passeggiare tra i murales di Orgosolo
• Sorseggiare il Nepente di Oliena
• Scovare un esemplare di cervo sardo
• Infilarsi nel labirinto del castello di Cagliari
• Rotolarsi sulle dune desertiche più alte d’Europa
• Essere ospiti di un sedilese nel giorno dell’Ardia
• Verificare il colore dei denti delle capre di Tavolara
• Comprare un coltello a Pattada
• Condire gli spaghetti con l’oro di Cabras
Nuova edizione tascabile: costa la metà ma le cose da fare sono sempre 101!


Gianmichele Lisai

Ozierese di nascita e maddalenino di adozione, ha collaborato a varie antologie, scritto per riviste e curato, con Gianluca Morozzi, la raccolta di racconti Suicidi falliti per motivi ridicoli. Con la Newton Compton ha pubblicato 101 cose da fare in Sardegna almeno una volta nella vita101 storie sulla Sardegna che non ti hanno mai raccontato101 misteri della Sardegna (che non saranno mai risolti), Sardegna giallo e nera e Sardegna esoterica.

4.

In Sardegna non c’è il mare” di Marcello Fois, pubblicato il 5 luglio 2018, è un libro che esplora l’identità sarda attraverso la vita e le vicende dei suoi abitanti. Il titolo apparentemente provocatorio fa riferimento al fatto che, per i sardi, il mare non è solo un elemento naturale ma anche un luogo di lavoro, di scambi culturali e di legami familiari. Il libro racconta la storia di una famiglia sarda attraverso tre generazioni, offrendo una visione intima dell’isola. Fois ci mostra come la Barbagia, soprattutto d’inverno, offra una profondità di territorio vivo che fa la differenza per il viaggiatore rispetto al turista, con la montagna, il clima alpino e la neve. Questo rende il territorio ancora sconosciuto e inesplorato, ma capace di regalare un’esperienza autentica e radicata nella cultura e nella storia della Sardegna.

 
 
 

5.

Il libro “La piramide dimenticata” di David Donnini racconta la straordinaria scoperta archeologica avvenuta nel 1952, a breve distanza da Sassari, della ziggurat di Monte d’Accoddi. Questa piramide a gradoni, costruita intorno al 4000 a.C. e poi ingrandita cinquecento anni dopo, è sormontata da un tempio ed è un’opera unica non solo in Sardegna, ma in tutta Europa. Nonostante la sua importanza storica e archeologica, il sito di Monte d’Accoddi è stato oggetto di una censura che ne ha impedito la diffusione e la conoscenza a livello globale. Il libro cerca di rispondere alle domande sulle origini della struttura e sul motivo per cui non esistono simili in altre parti del mondo, offrendo al lettore 50 illustrazioni a corredo della narrazione.

 
 
 

Questi erano I migliori 5 libri sulla Sardegna

Abbiamo selezionato con cura questi titoli, che secondo noi meritano di essere letti per scoprire la bellezza e la ricchezza di questa terra. Tra le storie di donne fuorilegge, le esplorazioni archeologiche e i racconti sulla vita quotidiana. Tra questi 5 libri sulla Sardegna ci sarà sicuramente quello che saprà affascinarti ma se sei interessato a scoprire di più, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo sui migliori 22 libri sulla Sardegna!

Potrebbe interessarti anche

dove dormire in sardegna?

Booking.com