Maschera di Mamuthones: il regalo perfetto per gli amanti dell'artigianato e un'aggiunta unica alla tua collezione

Eleva il tuo look con le maschere di Mamuthones

Benvenuti in Sardegna! Oggi parleremo di uno dei riti più misteriosi e affascinanti dell’isola: i Mamuthones, le maschere più famose del Carnevale sardo. L’ aspetto della maschera Mamuthones ma sopratutto il loro modo di muoversi sembrano riportarci indietro nel tempo, in un mondo in cui il carnevale era un rituale e l’uomo era ancora molto ancorato alla terra e agli animali. Ma cosa si nasconde dietro queste Maschere?

Le origini

Partiamo dal loro luogo d’origine. I Mamuthones sono – insieme ai più colorati Issohadores – le maschere tipiche di Mamoiada, paese situato nella parte più interna della Barbagia di Ollolai. Il paesino di Mamoiada è diventato famoso proprio per il suo rito carnevalesco ancestrale e le sue maschere che – insieme ai Boes e Merdules di Ottana – sono sicuramente le più famose dell’intero territorio isolano.

Il loro costume è costituito da una maschera chiamata “visera” e da una veste di pelli chiamata “mastruca”. La visera è di legno nero e lucido e ha caratteri del viso molto marcati. La mastruca è fatta di pelle di pecora nera e la schiena del Mamuthone è ricoperta da “sa carriga” (una serie di campanacci di varie dimensioni). Ogni saltello è seguito dal suono metallico dei pesanti campanacci, scossi con un colpo di spalla. Ogni atterraggio al suolo è ritmato, pesante, quasi animalesco.

Ma non solo l’origine esatta dei Mamuthones è sconosciuta, ma anche il loro nome ha un significato misterioso. Secondo alcuni, la parola Mamuthone deriverebbe da Melaneimones, nome dato dai sardi agli antichi fenici e che avrebbe il significato di “facce nere”. Secondo altre interpretazioni, la parola avrebbe origine dal termine Mommotti, l’“uomo nero” della tradizione sarda, utilizzato per spaventare i bambini ancora oggi. Ma esistono svariate interpretazioni a riguardo, una delle quali scorge nel nome della maschera dei riferimenti a Maimone, divinità che secondo alcuni studiosi corrisponderebbe al dio fenicio delle piogge.

Il rito dei mamuthones

Il significato del rito dei Mamuthones – la cui prima “uscita pubblica” avviene il 17 gennaio di ogni anno in occasione del giorno dedicato a Sant’Antonio – è molto misterioso. Secondo un’opinione diffusa, tali maschere trarrebbero la loro origine dall’età nuragica e in particolare dai riti propiziatori. Considerando l’importanza della figura del toro in Sardegna, è inoltre molto popolare anche l’interpretazione che vede nei Mamuthones una sorta di omaggio al bue, simbolo della potenza del maschio e animale utile e prezioso per le civiltà di tutti i tempi.

La presenza dei Mamuthones e delle altre maschere del carnevale sardo rappresenta un’occasione unica per conoscere da vicino la cultura millenaria dell’isola. In particolare, il carnevale di Mamoiada rappresenta un esempio di come la tradizione sarda sia ancora viva e sentita dalla comunità locale, che si dedica con passione e impegno alla preparazione delle maschere e alla loro sfilata durante il carnevale. La maestria artigianale che sta dietro alla creazione delle maschere e dei costumi, insieme alla musica e ai balli tradizionali, rendono il carnevale sardo un’esperienza unica e indimenticabile.

Conclusioni sulla maschera dei mamuthones

In conclusione, i Mamuthones rappresentano uno dei simboli più rappresentativi del carnevale sardo e della cultura dell’isola. Nonostante il loro significato preciso sia ancora oggetto di dibattito, la loro presenza durante il carnevale di Mamoiada e in altre parti della Sardegna rappresenta un’opportunità unica per immergersi nella storia e nella tradizione millenaria dell’isola, fatta di miti, leggende e riti che ancora oggi affascinano e incuriosiscono visitatori provenienti da tutto il mondo.

Dove comprare la maschera dei mamuthones?

Sei alla ricerca di un regalo originale per un amico o per te? Allora perché non optare per una maschera di Mamuthones, un’opera d’arte tradizionale sarda che può dare un tocco di fascino alla tua collezione.

Se sei affascinato dalla bellezza e dalla storia della Maschera di Mamuthones, non perdere l’opportunità di possedere questa meravigliosa opera d’arte. Puoi seguire il link per acquistare la tua maschera direttamente dalla fonte o in alternativa ti lasciamo una lista qui sotto di quelle che secondo noi sono le più belle 

Potrebbe interessarti anche...
Corsi DI formazione professionale e accademica sardegna - Lavoro in Sardegna
Corsi di Formazione Professionale e Accademica In Sardegna Cerca tra i Corsi di Formazione Professionale e Accademica in Sardegna: Il ...
Immagine della Bottarga di Muggine Sardegna, confezionata e pronta per essere gustata.
Bottarga di Muggine in Sardegna Il Tesoro del Mediterraneo? La Bottarga di Muggine della Sardegna! La Bottarga di Muggine Sardegna: ...
Sardegna romantica: idee per una fuga d'amore sull'isola (I 13 posti più romantici)
Sardegna Romantica Posti Romantici Sardegna romantica: idee per una fuga d'amore sull'isola con 13 posti romantici Sardegna romantica: idee per ...
Immagine che rappresenta la verità dietro le accuse infondate mosse al Cagliari da Fanpage.it
Fanpage: Ridicoli Cosa pensiamo di Fanpage? Fanpage: Ridicoli nel Tentativo di Creare Polemiche Senza Senso Nel mondo del calcio, le ...
sardegna, sagra, sagre 2023, sagra, cibo, tradizione, folklore, musica, danza, artigianato, cultura, storia, gastronomia, vino, birra, degustazione, prodotti locali, feste, divertimento, costume, folclore, turismo, vacanza, mare, montagna, natura, paesaggio, spiagge, tradizioni popolari, religione, santi, patroni, processioni, folklore, leggende, turismo enogastronomico, artigianato locale, musica tradizionale, balli sardi, feste religiose, prodotti tipici, cucina tipica, sapori autentici, tradizioni culinarie, eventi culturali, manifestazioni, sfilate, spettacoli, concerti, animazione, folklore sardo, cultura popolare
feste a maggio in Sardegna Sardegna: Scopri tutte le feste a maggio tutti Gli Eventi, le Feste e i Concerti ...