Ales

storia, territorio e monumenti

Chiamato anche Abas in sardo, Ales è un piccolo comune della provincia di Oristano, in Sardegna, con una popolazione di circa 1.372 abitanti. Situato ai piedi del monte Arci, Ales svolge un ruolo importante nell’economia della regione storica della Marmilla.

Tracce di vita dal Neolitico al Medioevo

Le tracce di vita nel territorio risalgono al periodo Neolitico, grazie alla presenza di alcuni nuraghi. Nel medioevo, questo paese appartenne al Giudicato di Arborea e poi al Marchesato di Oristano, sotto il dominio aragonese, che vi edificò il castello di Barumele. Nel XVI secolo, il castello fu abbandonato e oggi si possono ammirare solo alcuni ruderi. Nel 1839, con la soppressione del sistema feudale, Ales divenne un comune amministrato da un sindaco e da un consiglio comunale.

Antonio Gramsci, figlio illustre di Ales

Tra i personaggi illustri che hanno avuto origine da Ales, Antonio Gramsci, uno dei maggiori intellettuali italiani del XX secolo, è probabilmente il più famoso. Nato il 22 gennaio 1891, vi trascorse i primi anni di vita prima di trasferirsi brevemente a Sorgono e poi per circa tredici anni a Ghilarza. Il luogo preciso dove nacque Gramsci fu a lungo incerto, si pensò fosse una casa in corso Cattedrale, ma solo attorno al 2019 si appurò essere stato invece un altro edificio utilizzato come asilo per l’infanzia.

Lo stemma e il gonfalone del comune di Ales

Il comune di Ales ha uno stemma concesso con decreto del presidente della Repubblica nel 1950, rappresentato da un castello rosso torricellato di uno, merlato alla guelfa, aperto e finestrato del campo, fondato sulla terrazza di verde ed accompagnato in capo da una fascia d’azzurro, caricata dell’iscrizione PLANU ESPIS di nero. Il gonfalone è un drappo troncato di bianco e di rosso.

Monumenti e luoghi d'interesse ad Ales

Questo affascinante luogo vanta numerosi monumenti e luoghi d’interesse, tra cui la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, la Chiesa di Santa Maria, la Chiesa di San Sebastiano, il Palazzo Vescovile, il Nuraghe Gergui, il Nuraghe Pranu Espis e il Castello di Barumele. Inoltre, la Piazza Gramsci, dedicata al filosofo, è stata realizzata dallo scultore Giò Pomodoro come monumento intitolato “Piano d’uso collettivo”. Il monumento è composto da un piano in pietra con inserite varie figure che richiamano episodi della vita di Gramsci.

La variante del sardo parlata ad Ales e l'Associazione Casa Natale Antonio Gramsci

Infine, la variante del sardo parlata ad Ales è il campidanese occidentale. L’Associazione Casa Natale Antonio Gramsci, situata in corso Cattedrale, si occupa della promozione della figura dell’intellettuale sardo nel mondo, anche se la sede dell’associazione sembra non essere la casa dove nacque Antonio Gramsci.

In sintesi, Ales è un luogo di grande fascino, ricco di storia, cultura e bellezza naturale. Se stai cercando un posto tranquillo dove rilassarti e immergerti nella cultura sarda, Ales è sicuramente una destinazione da considerare.

Potrebbe interessarti anche

i 5 migliori libri che parlano della Sardegna

5 imperdibili libri sulla sardegna, 5 liobri che parlano della sardegna, welcometosardegnas