Allai

Breve guida su Allai: storia, simboli, monumenti e sport

Allai (Àllai in sardo) è un comune italiano situato nella provincia di Oristano, in Sardegna, nella regione storica del Barigadu. È abitato da circa 363 persone e si trova a circa 30 km ad est del capoluogo di provincia. Si trova a circa 50 metri sul livello del mare, su un terreno leggermente inclinato nella valle del rio Massari, a circa 100 metri di distanza dal fiume Tirso. Il territorio del comune si estende su una superficie di 2.737 ettari, che vanno dai 50 metri sul livello del mare dell’abitato a qualche centinaio di metri sulle colline e piccoli altipiani circostanti, fino ai 600 metri del monte Grighine.

La storia di Allai

Allai è stato abitato fin dalla preistoria, come testimoniato dai ritrovamenti archeologici di tombe dei giganti, menhir e nuraghi. Ci sono anche indizi che indicano che potrebbe essere stato un insediamento punico. Il nome Allai potrebbe derivare dal vocabolo fenicio Allal: valle, sito circondato, luogo umido.

In epoca romana, il territorio era un punto di passaggio tra Forum Traiani e l’interno, e oggi si possono ancora ammirare i resti del ponte romano in trachite rossa locale chiamato Ponti Ecciu, che si trova a poche centinaia di metri dall’abitato. Nel periodo giudicale, il ponte venne restaurato dal giudice dell’Arborea Barisone I di Lacon-Serra.

Allai ha una storia che risale al 1341, quando viene citato per un versamento alla Chiesa dal presbitero Dominico Loche. Nel corso dei secoli, il comune ha subito diverse dominazioni e il nome è cambiato da Alay e Alai ad Allai. Durante il periodo giudicale, intorno ad Allai sorgevano alcuni villaggi, tra cui Loddu e Barbagiana, che sono stati abbandonati e la cui popolazione probabilmente si è unita ad Allai. Nel 1412, Allai è stato concesso al marchese di Oristano Leonardo Cubello dopo la battaglia di Sanluri del 1409.

Lo stemma del paese Allai in Sardegna

Il comune di Allai ha ricevuto lo stemma e il gonfalone il 15 novembre 2006. Lo stemma ha uno sfondo verde con cinque spighe di grano d’oro, un grappolo d’uva viola su un tralcio verde con due foglie, e un ponte a tre archi d’oro su uno sfondo blu. Il gonfalone è bianco con bordi rossi. Tra i monumenti più importanti ci sono la Chiesa dello Spirito Santo, la Chiesa della Madonna del Rimedio e una casa sull’albero.

La popolazione di Sardegna nel corso dei secoli: dati e osservazioni storiche

Sappiamo che fino al XVIII secolo c’era un bel po’ di persone esentate dal pagamento dei tributi, perché erano difficili da contare. Queste informazioni le abbiamo trovate nel libro di Francesco Corridore, “Storia documentata della popolazione di Sardegna (1479-1901)”, pubblicato a Torino nel 1902.

Tuttavia, ci sono alcune osservazioni importanti da fare sui dati relativi ai censimenti del 1821 e del 1824: sono approssimativi e probabilmente sottostimati. In altre parole, ci potrebbero essere state molte più persone di quelle che sono state conteggiate in quegli anni.

Lo sport nel comune di Allai

Nel campo dello sport, Allai vanta la presenza della Società Polisportiva Allai 1980, la squadra di calcio della città che è stata fondata nel 1980. Attualmente, milita nel girone E sardo di 2ª Categoria.

Potrebbe interessarti anche

[pt_view id="35d429369r"]

i 5 migliori libri che parlano della Sardegna

5 imperdibili libri sulla sardegna, 5 liobri che parlano della sardegna, welcometosardegnas