Bosa, posti magici in Sardegna

Le 10 migliori attrazioni turistiche della Sardegna da non perdere

le 10 Attrazioni turistiche della Sardegna da non perdere e cosa vedere:

Se stai pianificando una visita in Sardegna, sei fortunato! Questa magnifica isola italiana ha molto da offrire in termini di attrazioni turistiche e bellezze naturali. Per aiutarti a pianificare il tuo viaggio, abbiamo selezionato le 10 migliori attrazioni turistiche della Sardegna che non puoi perdere. Dalle spiagge mozzafiato alle antiche rovine, dai paesaggi montani alle città storiche, la Sardegna ha qualcosa da offrire per tutti i gusti. 

1. bosa - Attrazioni turistiche Sardegna cosa vedere

Bosa, posti magici in Sardegna

Bosa è una pittoresca città sulla costa occidentale della Sardegna, nota per la sua posizione strategica sulla foce del fiume Temo. Risalente al IX secolo a.C., questa antica città è caratterizzata da una varietà di edifici storici e strade medievali che serpeggiano lungo la valle. Una passeggiata tra le vie strette e tortuose di Bosa ti porterà attraverso una varietà di case color pastello e grandi case nobiliari. Non perdere l’opportunità di visitare il Castello Malaspina, situato sulla cima della collina, che offre una vista spettacolare sulla città e sui suoi dintorni verdi. All’interno del castello si trova una cappella del 13 ° secolo, dove potrai ammirare l’insolito ciclo di affreschi del XIV secolo. Inoltre, la casa padronale restaurata di Casa Deriu è aperta come museo con camere arredate e una galleria d’arte. Se hai il tempo, continua la tua avventura sulla splendida strada costiera che si estende a nord da Bosa a Alghero, con scorci mozzafiato sul mare.

Visita il Nuraghe Su Nuraxi, il sito archeologico più importante di Cagliari, Sardegna. Riconosciuto dall’UNESCO come uno dei migliori restauri nel Mediterraneo, puoi ammirare l’ingegneria delle persone preistoriche mentre ti arrampichi sui passaggi delle sue scale a chiocciola. Le torri esterne risalgono all’11° o 12° secolo a.C. mentre il legno trovato nella torre centrale è stato datato al 1500 a.C. Dopo la visita, fai un salto al Museo Casa Zapata dove è possibile ammirare un altro nuraghe scavato sotto l’edificio e godere di una vista a volo d’uccello dalla passerella sopra le mura. Non perdere l’opportunità di immergerti nella storia antica della Sardegna.

Cagliari, città fondata dai Fenici e governata da diverse civiltà nel corso della storia, conserva nei suoi quartieri storici (Castello, Marina, Stampace e Villanova) molte testimonianze storico-artistiche. La cittadella fortificata del Castello domina lo skyline cittadino. Oltre alla cultura, Cagliari offre anche bellezze naturali come parchi, spiagge e aree lagunari popolate da uccelli. Vale sicuramente la pena visitarla.

Tharros è un sito archeologico sardo che permette ai visitatori di camminare tra i resti delle culture fenicia, cartaginese e romana. Qui è possibile ammirare colonne di antichi bagni, parti dell’acquedotto, dei templi e l’anfiteatro che si affaccia sul mare. Sulla collina sopra si trova una necropoli fenicia, mentre nel Museo Civico Giovanni Marongiu di Cabras e nell’Antiquarium Arborense di Oristano è possibile ammirare i tesori portati alla luce dagli archeologi. Il Duomo di Santa Maria a Oristano, rinnovato durante la dominazione spagnola, è anche una tappa interessante. In breve, Tharros è un luogo da non perdere per chi vuole immergersi nella storia antica della Sardegna.

ElfoQrin, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

La cattedrale di Santa Maria della Neve è una magnifica chiesa del XIX secolo situata a Nuoro, in cima a una collina che offre splendide viste panoramiche. Questa piccola città è una base ideale per esplorare le montagne del Gennargentu e i villaggi circostanti, dove sembra che il tempo si sia fermato. Tuttavia, guidare in questa zona richiede coraggio, poiché le strade sono strette e ripide senza protezioni. Il Museo Etnografico Sardo è un luogo da non perdere, con una straordinaria collezione di costumi, gioielli e maschere tradizionali. Il Museo Archeologico Nazionale è un’altra tappa interessante, dove puoi ammirare fossili e reperti provenienti dai siti neolitici. In breve, Nuoro e la sua cattedrale sono un’ottima destinazione per coloro che vogliono immergersi nella storia e nella cultura della Sardegna.

6. cala goloritze

Attrazioni turistiche Sardegna cosa vedere

Immagina un dipinto nato da un sogno, Cala Goloritze: una baia incastonata tra le falesie a picco sul mare, in cui la costa rocciosa si apre improvvisamente in una piccola insenatura con sassolini bianchi e acque turchesi. Qui, la trasparenza surreale del fondale e la bellezza delle rocce marmoree modellate dal tempo creano un’atmosfera di magia e incanto. In lontananza, spicca la celebre guglia di Monte Caroddi, alta 143 metri e simbolo dell’isola. Intorno, le falesie imponenti coperte dalla macchia mediterranea e alle spalle una foresta di lecci e corbezzoli aggiungono un ulteriore tocco di natura incontaminata e selvaggia. Questo tratto costiero, chiamato Cala Goloritzé e situato nel Golfo di Orosei, rappresenta una tappa imperdibile per chi visita la zona di Baunei.

GSPFD Giuseppe Faedda, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Sassari è la seconda città più grande della Sardegna, con un’animata vita universitaria e culturale. La città vanta edifici in stile gotico catalano, barocco e neoclassico, tra cui il Duomo, che presenta una facciata di stili ornamentali del 17 ° secolo. Il Santissima Trinità di Saccargia, a circa 12 chilometri a sud di Sassari, è un bellissimo esempio di architettura pisana in Sardegna, con una torre a strisce bianche e nere e affreschi del 13 ° secolo all’interno.

8. castelsardo

castelsardo, sardegna, Italia

Castelsardo è un bellissimo villaggio medievale situato sulla cima di una collina, con un castello del XII secolo e un museo dedicato all’artigianato locale del cestello. Le stradine strette intorno al castello conducono giù per la collina e offrono viste spettacolari sulla costa e sulla Corsica. Il Duomo in piazzetta ha una splendida pala d’altare del XV secolo e un campanile che un tempo fungeva da faro.

9. golfo aranci

dove andare in sardegna

Il nome Golfo Aranci deriva da un’errata interpretazione di cartografi del XX secolo o dalla spiaggia di sos Aranzos. La città si estende su una lingua di terra affacciata sul golfo di Olbia e offre opportunità per diving e trekking nell’oasi naturalistica circostante. La zona fu abitata sin dall’età nuragica e ha avuto un grande sviluppo turistico. Ci sono oltre venti spiagge, alcune selvagge, altre attrezzate, e molte insenature spettacolari. Golfo Aranci ospita anche il Centro internazionale di ricerca sui delfini, il MuMart, un museo d’arte contemporanea sommerso, e il sottomarino Mizar.

Alghero è la quinta città più grande della Sardegna con circa 44.000 abitanti ed è considerata una delle città più amate dell’isola. È famosa per il suo litorale lungo 90 chilometri chiamato Riviera del Corallo, che ospita la maggiore colonia di corallo di alta qualità. Le sue spiagge, come Le Bombarde, Lazzaretto, Mugoni, Lido di San Giovanni e Maria Pia, sono popolari tra famiglie, giovani e surfisti. Gran parte della costa è protetta dall’area marina di Capo Caccia – Isola Piana, dove è possibile visitare la grotta di Nettuno. Il parco di Porto Conte e i siti archeologici come la necropoli di Anghelu Ruju e i complessi di Palmavera e sant’Imbenia mostrano le radici preistoriche di Alghero. Il centro storico, con le sue stradine e le piazze, le mura gialle e le case antiche, rievoca l’origine catalana della città. Alghero è famosa per il corallo e il museo del Corallo è un must per apprendere la sua storia e ammirare le sue forme. Gli eventi come il Cap d’Any de l’Alguer e la Settimana Santa aggiungono al fascino della città.

Come raggiungere la Sardegna: guida ai traghetti e ai voli disponibili

Per raggiungere la Sardegna si possono utilizzare i traghetti per auto che la collegano all’Italia continentale e ai porti del Mediterraneo in Francia e Spagna. I traghetti partono da Savona, Genova, Livorno e Civitavecchia e arrivano ai porti sardi di Cagliari, Arbatax, Olbia e Porto Torres. Le compagnie di traghetti che servono la Sardegna sono Tirrenia, Grandi Navi Veloci, Moby Lines, Corsica/Sardinia Ferries e Grimaldi Lines. In alternativa, ci sono voli regolari dall’aeroporto internazionale di Cagliari per Roma e altre città, nonché aeroporti più piccoli a Olbia e Alghero per voli nazionali e altri.

Potrebbe interessarti anche

Attrazioni turistiche Sardegna cosa vedere

dove dormire in sardegna?

Booking.com

10 magliette, 10 stili

Se acquisti la tua maglietta, mandaci la foto su Instagram!