Beniamino Zuncheddu

OFFERTE SU AMAZON: | Ogni giorno i Migliori Sconti dal Web | UNISCITI ORA AL CANALE | @offertevirtuali | Il Canale Segreto per trovare i migliori affari del momento | Leggi i nostri articoli | Seguici su Instagram |
"Beniamino Zoncheddu è libero!" Uno4 TV: L'intervista del giornalista Antonello Lai su Youtube

Beniamino Zuncheddu, assolto dopo 33 anni di carcere per la Strage del Sinnai: Fine di un incubo

Chi è Beniamino Zuncheddu?

Beniamino Zuncheddu è stato al centro di una vicenda giudiziaria che ha segnato la sua vita per oltre tre decenni. Il 27 gennaio 2024 è un giorno di liberazione per lui, poiché la Corte d’Appello di Roma ha emesso la sentenza che lo assolve completamente dalle accuse legate alla Strage del Sinnai, avvenuta l’8 gennaio 1991.

Beniamino Zuncheddu: Liberato dopo 33 anni di carcere nella Strage del Sinnai

La strage, avvenuta nel comune di Sinnai, nella provincia di Cagliari, ha visto la perdita di tre vite: Gesuino Fadda, 56 anni, il figlio Giuseppe, di 24 anni, e Ignazio Pusceddu, 55 anni. Beniamino Zuncheddu, un ex allevatore sardo, è stato inizialmente accusato di essere il responsabile di questo terribile crimine e ha trascorso ben 33 anni dietro le sbarre, scontando una pena all’ergastolo.

La svolta nel caso Zuncheddu: Assolto per non avere commesso il fatto

La svolta nella sua vicenda giudiziaria è giunta con la revisione del processo, durante la quale il procuratore generale, Francesco Piantoni, ha richiesto l’assoluzione di Zuncheddu con la formula “per non avere commesso il fatto”. La Corte d’Appello ha accolto questa richiesta, revocando l’ergastolo e restituendo la libertà a Zuncheddu. La decisione è stata accolta in aula da un lungo applauso e ha portato l’ex detenuto alle lacrime.

Strage del Sinnai: La verità emerge dopo 30 anni - Zuncheddu assolto

La revisione del processo ha rivelato una testimonianza cruciale da parte di Luigi Pinna, l’unico superstite della strage, il quale ha ammesso di essere stato influenzato negativamente durante il processo originale. Pinna ha dichiarato che, prima del riconoscimento dei sospettati, un agente di polizia gli mostrò la foto di Zuncheddu, indicandolo come colpevole della strage. Questa rivelazione ha sollevato dubbi sulla credibilità di Pinna e ha contribuito alla decisione di assolvere Zuncheddu.

Liberazione emozionante: Beniamino Zuncheddu torna libero dopo lungo calvario giudiziario

Il procuratore generale ha sottolineato che le menzogne durate 30 anni hanno gravemente compromesso l’attendibilità di Pinna, che rappresentava il fulcro della condanna di Zuncheddu. Inoltre, sono emersi dubbi sul presunto movente e sull’alibi dell’imputato, con le indagini difensive che hanno dimostrato la falsità delle prove a suo carico.

Caso Zuncheddu e Corte d'Appello, revoca l'ergastolo nella strage di Sinnai e Luigi Pinna confessa: Zuncheddu libero dopo prove false durate 30 anni

L’avvocato difensore di Zuncheddu, Mauro Trogu, ha dichiarato che il suo assistito è una persona incredibile che non meritava ciò che ha subito. Le prove a carico sono state considerate contraddittorie, e le indagini difensive hanno dimostrato la falsità di molte di esse.

"Beniamino Zoncheddu è libero!" Uno4 TV: L'intervista del giornalista Antonello Lai su Youtube

Per approfondire ulteriormente il caso e ascoltare l’intervista completa con Antonello Lai, il giornalista che ha seguito da vicino la vicenda di Beniamino Zuncheddu, vi invitiamo a seguire il link per guardare il video.

La liberazione di Beniamino Zuncheddu segna la fine di un lungo calvario giudiziario e offre la speranza di un nuovo inizio per la sua vita, dopo 33 anni trascorsi dietro le sbarre.

Seguici su

Tra ironia, divertimento e critiche sociali: uno sguardo alle realtà e disagi della Sardegna.