Come arrivare in Sardegna

Come arrivare in Sardegna

Come arrivare in Sardegna: la guida

L’aeroporto di Olbia Costa Smeralda si trova a soli 4 km dal cuore della città. Questo aeroporto, dalle dimensioni contenute e dall’atmosfera accogliente, è servito da circa 20 compagnie aeree.

Se invece punti a Cagliari, l’aeroporto di Cagliari Elmas sarà la tua meta. Situato a soli 7 km dal centro città, questo scalo registra ogni anno il transito di milioni di passeggeri. 

Per gli amanti della costa occidentale, l’aeroporto di Alghero è la scelta ideale. Situato a soli 10 km dal centro, questo aeroporto è particolarmente attivo durante i mesi estivi, offrendo numerosi collegamenti nazionali e internazionali. 

Se preferisci viaggiare via mare, potrai usufruire dei collegamenti giornalieri in traghetto tra la Sardegna e diverse città italiane. 

Durante la stagione estiva, Napoli e Civitavecchia offrono collegamenti per Cagliari, mentre da Genova e Savona è possibile raggiungere Olbia. 

In genere, è consentito imbarcare l’auto noleggiata sul traghetto, ma ti consigliamo di contattare in anticipo la compagnia di noleggio auto per verificare le condizioni specifiche.

I tesori da scoprire assolutamente in Sardegna [Come arrivare in Sardegna]

Cagliari attira annualmente migliaia di visitatori grazie alle sue incantevoli spiagge, ma offre anche una ricchezza di musei, chiese, piazze e gallerie d’arte che non ti puoi perdere.

Alghero, soprannominata la “piccola Barcellona” sarda per il suo legame storico e culturale con la Catalogna, conquista gli amanti dell’arte e della storia con le sue chiese e le mura di fortificazione. Gli appassionati di immersioni, invece, si deliziano esplorando le grotte sottomarine nelle vicinanze.

La Costa Smeralda, che si estende da Palau ad Olbia, è considerata da molti come la perla delle coste italiane e una delle più affascinanti in Europa. Questa destinazione incanta coloro che amano il mare, la gastronomia di qualità e la vivace vita notturna.

Tharros, situata lungo la costa occidentale dell’isola, è famosa per la sua suggestiva area archeologica, dove due colonne solitarie con capitelli corinzio-italici si ergono maestose. Il nome della città è di origine greca, ma nel corso dei secoli ha subito l’influenza di altri popoli, come i Fenici e i Romani. In tempi ancora più antichi, era abitata dal misterioso popolo dei Nuraghi.

L’isola di Asinara, al largo della costa nord-occidentale della Sardegna, ha mantenuto il suo fascino incontaminato per decenni poiché ospitava un carcere. Circa vent’anni fa è stata trasformata in un parco nazionale e oggi vanta una popolazione di selvaggi asini albini tra i suoi abitanti più celebri. Oltre alle meraviglie naturalistiche, ti consigliamo di visitare il Castello dell’Asinara e il Monastero di Sant’Andrea.

Sassari, la seconda città più grande della Sardegna, accoglie i visitatori con i suoi affascinanti vicoli nel centro storico, dove si possono ammirare splendidi edifici in stile barocco, neoclassico e gotico catalano.

Potrebbe interessarti

[pt_view id="35d429369r"]

dove dormire in sardegna: in collaborazione con booking

Booking.com
Sardegna in miniatura
Scopri la Sardegna in Miniatura
Red Valley Festival 2023, Sardegna, all'Olbia Arena dal 12 al 15 agosto.
Red Valley Festival 2023
offerte lavoro sardegna
I migliori siti per trovare offerte di lavoro in Sardegna
Spiaggia Rosa, Sardegna, La Maddalena
La Maddalena: Spiaggia Rosa di Budelli

Se acquisti la tua maglietta, mandaci la foto su Instagram!

10 magliette, 10 stili