Immagine mozzafiato dell'Aguglia di Goloritzè, un maestoso monolite di roccia che si erge sopra Cala Goloritzè, in Sardegna.

I 5 tesori nascosti della Sardegna

scopri le meraviglie dell'isola mediterranea: i 5 tesori nescosti

Benvenuti nell’incantevole mondo dell’isola mediterranea, dove le meraviglie si rivelano ad ogni angolo. La Sardegna, con la sua bellezza straordinaria e autentica, è pronta ad affascinarvi con i suoi tesori nascosti e le esperienze indimenticabili che vi attendono.

1. arbatax

Immagine delle imponenti rocce rosse di Arbatax che si ergono maestose lungo la costa della Sardegna.

Arbatax, nota anche come Arbatassa in sardo, è una pittoresca frazione situata nel comune di Tortolì, nella provincia di Nuoro, ed è dotata di un porto. Il nome “Arbatax” è una corruzione del toponimo originario “Baccasara”. Posizionata sulla penisola di Capo Bellavista, al centro della costa orientale della Sardegna, si affaccia sullo stagno di Tortolì.

Immagine di un'onda spumeggiante del mare sardo di Arbatax che si infrange con forza sullo scoglio, creando un'atmosfera di potenza e bellezza naturale.

I centri abitati più vicini sono Tortolì, capoluogo del comune che include la frazione di Arbatax (a 5 km di distanza), Girasole (a 7 km) e Lotzorai (a 9 km). Grazie alla sua posizione strategica, Arbatax funge da porta d’ingresso all’Ogliastra.Uno dei principali punti di interesse di questa località costiera sono le Rocce Rosse, situate all’ingresso del porto, ai piedi della collina di Bellavista. La spiaggia è caratterizzata da ciottoli di granito e porfido rosso, oltre a imponenti scogliere. Un’altra splendida località balneare da visitare è Cala Moresca, anch’essa ricoperta in gran parte da ciottoli di granito.

2. il secondo tesoro della sardegna: Cala Goloritze

Immagine del mare cristallino di Cala Goloritzè, con le sue acque turchesi e la sabbia bianca, rappresentando un angolo di paradiso in Sardegna.

Cala Goloritzé, un sogno incantato. Situata a nord del porto di Santa Maria Navarrese, questa spiaggia mozzafiato si estende in una scenografica insenatura. L’arenile è composto da infiniti sassolini bianchi levigati e le acque cristalline, alimentate da sorgenti carsiche, regalano una trasparenza surreale. 

Immagine panoramica di Cala Goloritzè, con la sua spiaggia di sabbia bianca, le pareti rocciose e il mare turchese che si estende lungo la costa.

Ecco la maestosa guglia di Monte Caroddi svetta sulla spiaggia, circondata da imponenti falesie e una lussureggiante foresta di lecci. Monumento nazionale e meta ambita dagli amanti del free climbing, Cala Goloritzé è un paradiso incontaminato che unisce armoniosamente mare e montagna.

3. baunei - Il terzo dei tesoro nascosto della sardegna

Immagine panoramica del mare di Baunei, con le sue acque cristalline, le spiagge di sabbia bianca e le maestose scogliere che si affacciano sul mare.

Baunei è un affascinante paese situato su un costone calcareo di Monte Santo, isolato nell’Ogliastra. La sua posizione panoramica offre una vista mozzafiato sulla vallata sottostante. Baunei è circondato dal Supramonte, un luogo ideale per gli amanti dell’escursionismo e dell’arrampicata sportiva. Lungo la costa, si estende un litorale selvaggio e suggestivo, con falesie a strapiombo sul mare e spiagge di sabbia bianca. 

C’è da dire che la frazione di Santa Maria Navarrese, di fronte all’isolotto d’Ogliastra, è una meta turistica amata. Da qui, è possibile raggiungere le spiagge simbolo dell’Ogliastra. Cala Goloritzè, con le sue acque trasparenti e turchesi, è un monumento nazionale e offre l’opportunità di praticare l’arrampicata. Cala Biriola è raggiungibile anche attraverso un lungo trekking e si trova in un bosco di lecci e ginepri. Cala Mariolu e Cala dei Gabbiani, protette da maestose falesie, affascinano con le loro tonalità blu e verde smeraldo. Cala Sisine, circondata da alberi secolari, offre una bellissima combinazione di mare e montagna. Infine, Cala Luna, con i suoi crateri calcarei, regala uno scenario da film. Questi luoghi sono anche ricchi di meraviglie naturali e testimonianze archeologiche.

4. uno dei tesori della sardegna per eccellenza: cala gonone

Cala Gonone

Cala Gonone è una suggestiva frazione turistica di Dorgali, situata nel golfo di Orosei. Offre una vasta gamma di attività per i visitatori. A breve distanza dal centro abitato, è possibile raggiungere in barca dal porticciolo le più belle cale della Sardegna, tra cui Cala Fuili, Cala Luna e le cale di Baunei come Cala Mariolu e Cala Goloritzè. 

Immagine affascinante del mare di Cala Gonone, con le sue sfumature di blu e verde che si mescolano in un'armonia mozzafiato.

Navigando sul mare cristallino, si può ammirare da vicino le caratteristiche rocce calcaree che si estendono dal Supramonte fino al mare, creando scenari da cartolina. Oltre al mare, Cala Gonone è famosa anche per le sue maestose grotte, come la grotta del Bue Marino, che in passato ospitava la foca monaca. Per i turisti amanti della natura incontaminata e delle attività all’aria aperta, ci sono diversi percorsi di trekking disponibili. Questa zona è stata frequentata fin dall’antichità e presenta numerose testimonianze archeologiche, che rappresentano un interessante patrimonio culturale.

5. quinto dei tesori nascosti della Sardegna: Aguglia di Goloritzè

Immagine mozzafiato dell'Aguglia di Goloritzè, un maestoso monolite di roccia che si erge sopra Cala Goloritzè, in Sardegna.

La maestosa torre Aguglia domina la splendida baia di Cala Goloritzé, una delle più belle della Sardegna. Le sue pareti di calcare, simili a quelle di Verdon, offrono un’opportunità unica per l’arrampicata tecnica su placca in un ambiente fantastico: un’esperienza imperdibile! 

Immagine mozzafiato dell'Aguglia di Goloritzè, un maestoso monolite di roccia che si erge sopra Cala Goloritzè, in Sardegna.

Per raggiungere la torre, si può seguire la SS125 da Cala Gonone a Baunei e svoltare a sinistra poco prima di entrare nel paese (seguendo le indicazioni per il Ristorante del Golgo). Si prosegue fino alla cima della ripida salita e si scende poi in un pianoro. Si prosegue per circa 10 chilometri e, al segnale che indica il Ristorante del Golgo, si gira subito a destra seguendo la stradina sterrata fino alla fine, dove si trova una piccola piazzola per le macchine. Da qui, un sentiero ben visibile conduce in circa un’ora, inizialmente in salita e poi in una lenta discesa, fino alla spiaggia e alla torre Aguglia di Goloritzé.

Aguglia di Goloritzè

Questi meravigliosi scatti catturano solo una piccola parte dei tesori nascosti della Sardegna. L’isola è ricca di luoghi affascinanti e mozzafiato che attendono di essere scoperti. Dalle rocce rosse di Arbatax, all’onda che si infrange sugli scogli di Cala Gonone, passando per le acque turchesi di Cala Goloritzè, queste immagini ci offrono solo un assaggio della bellezza e della varietà che la Sardegna ha da offrire. Invitiamo tutti gli amanti della natura e degli scenari spettacolari a visitare queste meraviglie segrete dell’isola, immergendosi nella sua cultura, assaporando la sua cucina e creando ricordi indelebili. La Sardegna è un vero paradiso da esplorare, ricco di tesori nascosti che aspettano di essere svelati.

Potrebbe interessarti anche

dove dormire in sardegna: in collaborazione con booking

Booking.com
Sardegna in miniatura
Scopri la Sardegna in Miniatura
Red Valley Festival 2023, Sardegna, all'Olbia Arena dal 12 al 15 agosto.
Red Valley Festival 2023
offerte lavoro sardegna
I migliori siti per trovare offerte di lavoro in Sardegna
Spiaggia Rosa, Sardegna, La Maddalena
La Maddalena: Spiaggia Rosa di Budelli

Se acquisti la tua maglietta, mandaci la foto su Instagram!

10 magliette, 10 stili