archeologia, Sardegna, menhir, megaliti, cultura megalitica, monumenti, Neolitico, storia, patrimonio culturale, turismo, preistoria, arte, antropologia, scultura, simbolismo, Dea Madre, Mamoiada, Laconi, Oristano, Sud Sardegna, Goni, Sorgono, Pranu Muttedu, Biru 'e Concas, Sant'Antioco, Su Para, sa Mongia, fallici, simbolismo fallico, antropomorfi, protoantropomorfi, statue-menhir, rilievi anatomici, cultura di Ozieri, valle dei Menhir, domus de janas, case delle fate, agglomerati urbanistici, sezione a pilastro, sezione piano-convessa, concavo-convessa, patrimonio UNESCO, storia dell'arte, civiltà antiche, monumenti preistorici, mitologia sarda, iconografia, antichi rituali, mistero, leggende, simbolismo sacro, religione preistorica

Menhir in Sardegna

Cosa sono? dove si trovano?

I menhir sono grandi pietre monolitiche erette solitamente durante il periodo del Neolitico. La loro forma è solitamente squadrata, ma può assottigliarsi verso la cima, e possono essere eretti singolarmente o in gruppi, con dimensioni che variano considerevolmente come abbiamo potuto vedere anche da quelli che abbiamo in Sardegna.

Sono diffusi in Europa, Africa e Asia, ma sono più numerosi nell’Europa Occidentale, soprattutto in Bretagna e nelle isole britanniche. I menhir sono stati creati in molteplici periodi durante la preistoria, nel contesto della cultura megalitica che si sviluppò in Europa e in altre parti del mondo.

Menhir e Perdas Fittas: il patrimonio megalitico della Sardegna

In Sardegna, queste antiche pietre sono chiamate perdas fittas o pedras fittas, il cui significato è “pietre conficcate”. Ce ne sono 740 in diverse zone dell’isola e possono avere diverse forme: liscie e simbolicamente falliche, scolpite con il simbolo femminile della fecondità, le mammelle, oppure con coppelle, come il menhir di Genna Prunas di Guspini. La famosa stele di Boeli, conosciuta come Sa Perda Pinta di Mamoiada, presenta una serie di spirali concentriche su quasi tutte le facce del monolito.

Dove si trovano i menhir in Sardegna? Ecco la lista dei luoghi

Nelle campagne circostanti Laconi, provincia di Oristano, sono stati scoperti oltre 100 menhir, di cui alcuni di tipo protoantropomorfo e antropomorfo, mentre altri sono statue-menhir o statue-stele con rilievi anatomici e tratteggi del viso stilizzati. Nel Museo della statuaria preistorica in Sardegna di Laconi sono esposti numerosi menhir ritrovati nel territorio del Sarcidano e in altri centri vicini.

Villa Sant'Antonio

Nella provincia di Oristano, precisamente a Villa Sant’Antonio, si concentra una rara collezione di menhir protoantropomorfi e antropomorfi, che ha valso all’area il nome di “valle dei Menhir”. Questi imponenti monoliti risalgono all’epoca della cultura di Ozieri, tra il 3300 e il 2500 a.C. In particolare, spicca un menhir alto 5 metri e 75 cm, tra i più alti della Sardegna.

Goni

Nella provincia del Sud Sardegna, precisamente a Goni, si trova il complesso archeologico di Pranu Muttedu dove sono presenti lunghe file di menhir allineati. Questa zona è particolarmente ricca di monumenti megalitici del periodo neolitico, tra cui diverse “domus de janas”, conosciute come le “case delle fate”. Invece, nella provincia di Nuoro, nel territorio di Sorgono, si trova un importante complesso megalitico noto come Biru ‘e Concas.

Sant'Antioco

Nella provincia del Sud Sardegna, a Sant’Antioco, si possono ammirare diversi menhir all’interno degli insediamenti preistorici. Tra i più noti ci sono Su Para e sa Mongia, ma la zona ospita anche numerosi esempi di megaliti con forme antropomorfe, maschili e femminili. In particolare, i menhir maschili presentano una caratteristica forma fallica, con sezione a pilastro, mentre quelli femminili hanno una sezione piano-convessa o concavo-convessa.

Ma non solo! ecco gli altri posti in cui si possono ammirare i menhir in Sardegna

Quattro menhir si trovano tra i comuni di Tortolì e Barisardo, tra i quali uno è stato distrutto da dei vandali sul finire degli anni novanta. Sempre a Guspini possiamo trovare is Perdas Longas, anch’essi un esempio di due menhir in coppia situati in un campo vicinissimo alla zona industriale del paese. Il comune di Mamoiada risulta essere circondato principalmente da menhir mentre poche sono le testimonianze di megaliti più evoluti.

Potrebbe interessarti anche

[pt_view id="35d429369r"]

dove dormire in sardegna

Booking.com