leggenda, Sa Mama e Su Sole, Sardegna, folclore, cultura, tradizione, bambini, protezione, sole, insolazione, colpo di calore, mistral, tramontana, creature fantastiche, Madre del Fuoco, Madre del Vento, Maria Farranca, Madre del Grano, fenomeni naturali, paure, storia, patrimonio culturale, turismo, mitologia, folklore, superstizioni, leggende sarde, racconti, storie popolari, curiosità, educazione, infanzia, miti, tradizioni orali, personaggi fantastici, personaggi mitologici, folclore sardo, mitologia sarda, cultura popolare, patrimonio storico, patrimonio artistico, patrimonio immateriale, conservazione, folklore italiano, eredità culturale, saghe, leggende rurali, storie della Sardegna, antiche tradizioni

Sa Mama e Su Sole: La Leggenda Sarda del Sole che Brucia

La Sardegna è una terra ricca di tradizioni e leggende, che hanno permesso di spiegare i fenomeni naturali e di affrontare le paure. Tra queste, c’è la leggenda di Sa Mama e Su Sole, (la madre del sole) una creatura fantastica che compare d’estate, dopo mezzogiorno e fino alle 16, quando il sole è troppo forte e rischia di causare gravi insolazioni.

la leggenda della Madre del Sole e il suo tocco maledetto

Sa Mama e Su Sole, anche conosciuta come la “Madre del Sole”, è una donna bellissima, ricoperta da capo a piedi e di grande fascino. 

leggenda, Sa Mama e Su Sole, Sardegna, folclore, cultura, tradizione, bambini, protezione, sole, insolazione, colpo di calore, mistral, tramontana, creature fantastiche, Madre del Fuoco, Madre del Vento, Maria Farranca, Madre del Grano, fenomeni naturali, paure, storia, patrimonio culturale, turismo, mitologia, folklore, superstizioni, leggende sarde, racconti, storie popolari, curiosità, educazione, infanzia, miti, tradizioni orali, personaggi fantastici, personaggi mitologici, folclore sardo, mitologia sarda, cultura popolare, patrimonio storico, patrimonio artistico, patrimonio immateriale, conservazione, folklore italiano, eredità culturale, saghe, leggende rurali, storie della Sardegna, antiche tradizioni

La leggenda narra che se questa figura magica incontra un bambino per strada a giocare, disubbidendo ai genitori, lo rincorre fino a raggiungerlo, gli tocca la fronte lasciandogli un segno, e subito il bambino viene assalito da una febbre (halentura) che dura alcuni giorni.

Sa Mama e Su Sole: la leggenda che spaventa i bambini sardi

La leggenda di Sa Mama e Su Sole è conosciuta in quasi tutta la Sardegna e viene utilizzata per spaventare i bambini che vogliono uscire nei pomeriggi estivi. 

La punizione di Sa Mama e Su Sole ai bambini disobbedienti è terribile: li rincorre per rapirli e non farli tornare più a casa, oppure li colpisce con i suoi potenti raggi, lasciando loro un segno indelebile sulla fronte e una febbre altissima.

La leggenda di Sa Mama e Su Sole: un messaggio importante per la salute dei bambini

Tramandata di generazione in generazione, la leggenda di Sa Mama e Su Sole fa parte del patrimonio culturale dell’isola e racchiude un importante messaggio: è importante proteggere i più piccoli dalle insolazioni, evitando di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata. 

Grazie a questa leggenda, i bambini saranno spinti a restare in casa fino a quando il sole non sarà meno intenso, evitando di mettersi a rischio di un colpo di calore.

Creature fantastiche nella tradizione sarda: la storia di Sa Mama e Su Fogu, Su Ventu, Maria Farranca e Su Trigu

Sa Mama e Su Sole non è l’unica creatura fantastica presente nella tradizione sarda: ci sono anche Sa Mama e Su Fogu, la Madre del Fuoco, e Sa Mama e Su Ventu, la Madre del Vento, che appare nei giorni di mistral o tramontana.

C’è anche Maria Farranca, che vive nei pozzi scoperti, e Sa Mama e Su Trigu, la madre del grano, nascosta nell’ultimo covone raccolto.

Le leggende sarde come patrimonio culturale e strumento educativo per le nuove generazioni

Le leggende come quella di Sa Mama e Su Sole, oltre a rappresentare una parte importante della cultura sarda, hanno permesso di spiegare i fenomeni naturali e di affrontare le paure. 

Rimangono dunque un patrimonio prezioso da tramandare di generazione in generazione, affinché la storia e la tradizione di questa splendida terra non vengano dimenticate.