Minkeguaddu: l'espressione sarda che racchiude emozione e tradizione

lingua sarda minkeguaddu welcometosardegnas sardegna minche guaddu

In Sardegna, esiste un modo di dire molto diffuso e utilizzato come esclamazione di stupore o per manifestare dissenso: “minkeguaddu” o “minche cuaddu”. 

Il significato di minkeguaddu storia e uso di un modo di dire sardo

Questa espressione, che può essere paragonata all’inglese “wow”, viene usata per esprimere grande meraviglia e sorpresa in situazioni che lasciano senza parole. Ma da dove viene questo strano modo di dire?

Minkeguaddu o minche cuaddu: come un'antica parola sarda è diventata sinonimo di stupore

Letteralmente, “minkeguaddu” o minche guaddu” significa “pene di cavallo”, una definizione che potrebbe sembrare molto curiosa per un’esclamazione di stupore. Tuttavia, il termine “cuaddu” indica anche un animale di grandi dimensioni, proprio come l’organo genitale di un cavallo.

Inoltre, “minkeguaddu” può anche essere utilizzato per manifestare dissenso o per esprimere frustrazione in situazioni che non vanno come ci si aspetta. In questo caso, l’espressione viene utilizzata per sottolineare l’insoddisfazione e il disappunto nei confronti di qualcosa o di qualcuno.

Il segreto di minkeguaddu: una parola sarda tra significato letterale e uso comune

Nonostante il significato originale della frase possa risultare un po’ sconcertante, “minkeguaddu” è diventato un modo di dire molto comune nella cultura sarda e viene utilizzato spesso in diverse situazioni. Ecco alcuni esempi:

Alcuni esempi

  • «Eshhhh mincheguaddu!»: Questa esclamazione viene utilizzata per esprimere grande stupore e meraviglia in situazioni che lasciano senza parole, come una bella vista o un’impresa incredibile.

  • «Mincheguaddu pagu bellu!»: Questa frase viene usata per esprimere apprezzamento e ammirazione per qualcosa o qualcuno che viene ritenuto molto bello o speciale.

  • E vi siete divertiti ieri? «Mincheguaddu nenno!»: Questa espressione viene utilizzata per esprimere o insoddisfazione o soddisfazione, a seconda di quello che vi dirà successivamente il nenno. Forse si, si è divertito parecchio! O chissà, qualcosa non è andato come si aspettava, come per esempio, una serata che non è stata piacevole o un evento che è stato deludente.

In sintesi, minche cuaddu, pronunciato “minkeguaddu” è un modo di dire molto diffuso nella cultura sarda, utilizzato come esclamazione di stupore o per manifestare dissenso. Nonostante il suo significato originale possa risultare un po’ sconcertante o volgare, questa espressione è diventata un modo di comunicare molto comune e apprezzato dagli abitanti dell’isola.

Per conoscere il significato di altri termini in sardo vi consigliamo di dare uno sguardo a questo sito

Potrebbe interessarti anche

i 5 migliori libri che parlano della Sardegna

Scroll to Top